Dopo il temporale...che fare?

Dopo il temporale...che fare?

Il Team M&GF Project - mar 10 mar 2020 - credit management , pianificazione finanziaria

La storia ci insegna che ciclicamente gli eventi si ripetono. Epidemie e crisi economiche si sono ripresentate di continuo nel corso dei secoli. Dovremmo aver imparato dal passato, eppure ogni volta che si ripropongono questi eventi abbiamo difficoltà a fronteggiarli, ci troviamo spaesati e non sappiamo come gestirli e quali misure adottare. Forse perché cambia la società e le persone che ne fanno parte e ogni avvenimento sembra una novità, una nuova sfida da affrontare.

Una nuova epidemia: con quali conseguenze?

In questo periodo tutti ci stiamo chiedendo cosa succederà nel nostro Paese vista l'epidemia di coronavirus che è scoppiata nel mese di febbraio ed è tuttora in corso.  

Dopo una prima fase di confusione e allarmismo sono state adottate misure restrittive - limitazione negli spostamenti e lavoro da remoto - per contenere il contagio, arginando così la diffusione del virus e salvaguardando la salute delle persone.

Ma quali saranno le conseguenze dal punto di vista economico? E, soprattutto, come sarà la situazione delle nostre imprese nei prossimi mesi? A risentirne infatti sarà proprio la nostra economia.

A distanza di circa un mese dai primi casi di coronavirus lo scenario economico è già cambiato. Diversi sono i settori che sono stati maggiormente colpiti: ristorazione, turismo, eventi, alcuni settori del manifatturiero e della logistica.

Sembra essere quindi inevitabile una recessione che andrà a colpire buona parte del nostro mercato, facendo registrare dei forti cali nel fatturato e un aumento delle insolvenze.

Come si possono muovere le imprese?

Di fronte a uno scenario del genere gli imprenditori dovranno cercare a tutti i costi di salvaguardare la propria attività, evitando situazioni di crisi e nel caso peggiore fallimenti.

Le imprese dovranno organizzarsi e attivarsi fin da subito così da non trovarsi in difficoltà fra qualche mese. Ma in che modo?

- tenendo in considerazione le esperienze di pagamento di clienti e fornitori presenti nelle informazioni commerciali

- prestando maggiore attenzione a quei clienti che fino a qualche mese fa pagavano puntualmente ed erano affidabili ma che adesso non sono più in grado di esserlo

- gestendo il proprio credito (insoluti, scadenze, solleciti, reclami...) in modo efficiente

- facendo pianificazione finanziaria, di breve e medio-lungo periodo, per verificare entrate e uscite di cassa future.

Le imprese dovrebbero in ogni caso, e non solo nei periodi di difficoltà o di crisi, organizzarsi in questo modo per avere sempre sotto controllo la propria situazione finanziaria e la situazione creditizia dei propri clienti e fornitori.

Senza dubbio, però, il supporto dei nostri software sarà di aiuto alle imprese per implementare queste attività e ottenere tutti quei benefici derivanti da un'efficiente gestione del credito (riduzione dei tempi di incasso, maggiore efficienza nella collection, controllo completo sulle attività da svolgere...)

Dopo una crisi è sempre difficile ripartire ma chi ha avuto una visione lungimirante e ha saputo organizzarsi è più agevolato nella ripresa. 

 

Prodotti Correlati

SpeedUp

SpeedUp

La piattaforma integrata e modulare per la gestione del credito commerciale




Le ultime News dal mondo M&GF

Pillola 3. Crisi energetica e Utility - L'aumento dei costi

Pillola 3. Crisi energetica e Utility - L'aumento dei costi

La crisi energetica ha avuto un forte impatto sulle utility, in termini di prezzi dell'energia e dei combustibili, disponibilità delle risorse e politiche energetiche. Di conseguenza si...

SCOPRI
Il grosso tema del 2023 sarà il rischio di credito

Il grosso tema del 2023 sarà il rischio di credito

  Il grosso tema del 2023 sarà il rischio di credito. La BCE ha annunciato che monitorerà i finanziamenti delle banche sotto la sua vigilanza in particolar modo sulla gestione...

SCOPRI
Pillola 2. Crisi energetica e Utility - La maggiore esposizione al rischio

Pillola 2. Crisi energetica e Utility - La maggiore esposizione al rischio

  Le imprese operanti nel settore delle utility sono per molti aspetti, in tema di gestione del rischio di credito, assimilabili alle banche, trovandosi in una posizione piuttosto...

SCOPRI
Crisi energetica e Utility, cosa aspettarci dalla tempesta perfetta?

Crisi energetica e Utility, cosa aspettarci dalla tempesta perfetta?

    A causa dell’aumento dei prezzi dell’energia, per le Utility europee si sta generando una situazione che il ministro dell’economia finlandese, Lintila, ha definito...

SCOPRI