Arriva l'Intelligenza Artificiale

Arriva l'Intelligenza Artificiale

Il Team M&GF Project - mar 26 mar 2024 - ai , intelligenza artificiale

 

L’intelligenza artificiale sta rivoluzionando in brevissimo tempo e in maniera significativa la nostra società.

In queste settimane l’attenzione dell’Europa è stata catturata da una serie di eventi che riguardano la sua evoluzione, come l’approvazione dell AI Act, cioè il regolamento europeo sull’intelligenza artificiale, che sta cercando di definire regole chiare, etiche e condivise sull’utilizzo di questa tecnologia

Relativamente all’Intelligenza Artificiale, partendo dalla promessa di migliorare l’efficienza in molte attività quotidiane, vengono sollevati molti interrogativi etici e sociali, quali:

 

-          l’impatto sulla disoccupazione;  secondo recenti stime del Fondo Monetario Internazionale*, circa il 40% dell’occupazione globale è esposta all’IA e quindi a subirne impatti.  La differenza dell’IA rispetto alle altre tecnologie è infatti quella di svolgere attività distintive dell’uomo, come la capacità creativa o di prendere decisioni di mansioni anche altamente qualificate.

Ciononostante, un maggiore utilizzo dell’ IA non implica necessariamente un rischio di sostituzione, anzi potrebbe completare o aumentare la capacità dei lavoratori di effettuare le proprie attività fornendo supporto.

Al momento nei territori in cui l’impatto dell’intelligenza artificiale è maggiore si registrano anche maggiori tassi di crescita occupazionale.  

 Nel settore del credito, in particolare, le competenze svolgono un ruolo fondamentale ed è difficile stabilire quando e quanto un certo tipo di attività potrà essere sviluppato e realizzato dall’IA.

Noi reputiamo che l’intelligenza artificiale non sia paragonabile all’esistenza e all’ esperienza umana (empatia nel prendere decisioni, considerare aspetti secondari che però possono risultare fondamentali davanti a una scelta…).

Il suo impatto a breve termine dipende da chi la gestisce, quello a lungo termine dipende dalla possibilità di gestirla, occorre indubbiamente una profonda responsabilità considerandola   un’estensione del talento umano.

Riteniamo che la supervisione e la responsabilità delle decisioni devono rimanere saldamente in capo all’essere umano.

 

-          la privacy; in questo caso diventa essenziale che il processo decisionale basato sulla moralità ed etica diventi parte fondamentale di quei sistemi che devono essere in grado di valutare le implicazioni delle varie azioni sui diritti umani.

 

-          discriminazione algoritmica; e’ una preoccupazione significativa anche per i motori di ricerca come Google. La discriminazione può emergere quando alcuni algoritmi basati sull’IA favoriscono o penalizzano alcuni gruppi demografici, categorie di persone a causa di dati di addestramento sbagliati. Alcuni editori sono preoccupati del fatto che le società di ricerca online possano attingere ai loro contenuti per poi riproporli con modalità che non comportano un rimando alle fonti originali. Riteniamo lecito pensare che Google ad esempio, potrebbe adottare delle linee guida per garantire un’attenta valutazione e miglioramento costante dei contenuti. Probabilmente gli articoli scritti in IA potrebbero fornire informazioni rapide e strutturate, mentre quelli scritti da essere umani potrebbero fornire prospettive più approfondite e complesse che tengono maggiore conto del contesto sociale e culturale.

 

In ogni argomento che abbiamo elencato sopra è importante tenere presente che non esiste una soluzione unica e si richiede un approccio multidisciplinare che coinvolga esperti in etica, diritto, informatica etc… .

 

Abbiamo chiesto a Chat GPT cosa ne  pensa dell’utilizzo di IA in ambito  Credit Management e quali sono gli ambiti di utilizzo; la risposta ci ha soddisfatto abbastanza, ponendo l’attenzione sulle stesse tematiche affrontate  da noi in questo articolo, ma ve la riporteremo in un prossimo POST.

 

Concludendo, anche l’IA, come altre grandi rivoluzioni tecnologiche del passato, ci pone interrogativi sul futuro che attende il nostro ambito lavorativo.

Anche in questo caso riteniamo che non abbia senso opporsi individualmente alla tecnologia ma sia preferibile comprenderla e dominarla per utilizzarla a proprio favore.

 

 

*https://formiche.net/2024/03/occupazione-ia-intelligenza-artificiale-ced/#content

 

 

Prodotti Correlati

SpeedUp

SpeedUp

La piattaforma integrata e modulare per la gestione del credito commerciale




Le ultime News dal mondo M&GF

Webinar: Il Credit Management come fonte di valore ed.2024

Webinar: Il Credit Management come fonte di valore ed.2024

Una visione ormai desueta dei ruoli aziendali vuole il Credit Manager come il naturale e fastidioso oppositore della forza vendite e l’ufficio crediti come un male necessario, una fonte di...

SCOPRI
Arriva l'Intelligenza Artificiale

Arriva l'Intelligenza Artificiale

  L’intelligenza artificiale sta rivoluzionando in brevissimo tempo e in maniera significativa la nostra società. In queste settimane l’attenzione dell’Europa è...

SCOPRI
Tribunali, nel 2023 aumentati del 26% i fallimenti e le liquidazioni giudiziali

Tribunali, nel 2023 aumentati del 26% i fallimenti e le liquidazioni giudiziali

E' interessante apprendere da un articolo pubblicato recentemente sul quotidiano La Stampa che nel solo anno 2023 il numero di procedure aperte per liquidazioni e fallimenti sia aumentato...

SCOPRI
Webinar Integrare i servizi di Credit Management

Webinar Integrare i servizi di Credit Management

Come integrare in un unico sistema applicativo i diversi servizi legati al Credit Management nell'ambito della gestione Order to Cash. La gestione del credito, se integrata a servizi esterni e...

SCOPRI